Il calendario editoriale in pratica

martedì, gennaio 12, 2016 2 No tags Permalink

Il calendario editoriale è quello strumento salvatempo che ti aiuta a pianificare nelle settimane i post di blog e social.

È un po’ come una segretaria: ti ricorda cosa devi pubblicare, il giorno in cui farlo e ti consente, in un colpo d’occhio, di avere una visione d’insieme sui contenuti. Soprattutto, ti serve per essere più organizzato e ottenere il massimo dalle cose che andrai a raccontare.

Ci sono tanti modi per creare un calendario editoriale efficace, ecco alcune linee guida per impostare il lavoro come si deve e che ti eviterà di dire frasi come: “che caspita pubblico oggi?

Butta giù le idee

Prendi carta e penna (in alternativa apri un documento su Word o crea una nuova lista su Evernote) e fai un elenco degli argomenti di cui vorresti parlare, una decina al massimo. Libera la mente e pensa alle cose semplici, quelle che mettono in mostra il lato migliore di te, esperienze della tua vita che meritano di essere raccontate.

Fatto? Adesso riguarda la tua lista e chiediti se quello che hai scritto va bene per le persone che ti leggono/leggeranno. Sì, il lettore è ancora una volta al centro di tutto. E sì, è lui che ha bisogno di te. È lui che vuole conoscere cose nuove, risolvere un problema, rimanere aggiornato su un certo tema, essere intrattenuto nella sua pausa pranzo.

Quindi: racconta di quanto ti sei divertito al cinema l’altra sera solo se quello che hai scritto interessa al lettore finale.

Se l’elenco che hai fatto è ok, ogni “punto della lista” rappresenterà uno dei tasselli che comporranno il calendario editoriale.

Scegli la frequenza di pubblicazione più giusta per te

Adesso è venuto il momento di capire quale sarà la tua frequenza di pubblicazione, ovvero ogni quanto allieterai le persone con i tuoi bellissimi post.

“Va bene pubblicare una volta al mese?”

“Ho letto che se riesci a pubblicare qualcosina tutti i giorni Google ti fa uscire per primo sui risultati di ricerca.”

“Oh, io pubblico quando c’ho voglia, mi piace fare a modo mio.”

Qui non esiste una regola fissa: tutto dipende da quanto riesci a dedicare alla stesura, pubblicazione e diffusione degli articoli. Se dal tuo lavoro riesci a ritagliarti il tempo sufficiente per scrivere due post al mese, quella è la tua frequenza.

Evita di fare come molti che partono in quarta, promettono ai lettori di dare contenuti nuovi con una certa regolarità e poi tutto finisce in una bolla di sapone. Meglio postare di meno, ma farlo bene e con cura.

Componi il calendario

Ora che sai cosa scrivere e ogni quanto, non ti resta che andare ad inserire uno a uno in un calendario (cartaceo o digitale), gli argomenti della lista che hai stilato all’inizio.

Facciamo un esempio: se il tuo elenco è composto da dieci idee, e la tua frequenza di pubblicazione è di due volte al mese, potrai creare un calendario editoriale per i prossimi cinque mesi, postando un articolo ogni 15 giorni.

Organizza il tuo calendario nel modo più pratico per te: scegli un’agenda dedicata, aiutati su Google Calendar o usa un template scaricabile da internet come questo, basta una piccola ricerca e ne trovi quanti ne vuoi.

Il giorno giusto per pubblicare? Fai dei test e scopri quando le persone hanno più voglia di leggerti.

Condividi al momento giusto

Una volta messo online il post, non basta lasciarlo lì con la speranza che qualcuno passi a leggere, bisogna farlo circolare in rete. E qual è un buon modo di farsi vedere se non usare i canali social per veicolare la comunicazione?

Un consiglio in più: ricordati di condividere i tuoi post più volte nel tempo. Non è detto, infatti, che i lettori abbiano avuto modo di visionare subito cosa hai scritto, soprattutto su Twitter, dove le notizie viaggiano veloci ed è facile perdersele. A tal proposito, CoSchedule ha realizzato uno schema con una timeline per la condivisione e ri-condivisione dei post sui diversi canali social.

coschedule

In conclusione

Il calendario editoriale è uno strumento indispensabile se vuoi costruire una buona strategia legata ai contenuti. Ora che sai come funziona, non resta che rimboccarti le maniche e trasformare le tue idee in post che conquisteranno il cuore dei lettori.

Se ti serve qualche spunto in più, ti lascio a questo articolo di Convince & Convert con ben 105 idee per il tuo calendario editoriale.

Al prossimo post! :)

 

Silvia Sola - Scrivo per lavoro (e perché mi piace). Insegno per imparare. Ho una gruccia tatuata sul polso.

  • Eleonora Usai

    Ottimi spunti come sempre :) il calendario editoriale è diventato lo strumento indispensabile per portare avanti il tuo progetto. Senza si va avanti alla cieca e si fa un grande tuffo in acqua.

    • Silvia Sola

      Ciao Eleonora,
      grazie a te per essere tornata! Hai ragione, io senza calendario editoriale mi sento persa :)