Scrivere i testi del sito da zero meglio di Wonder Woman

wonder woman guida cosa scrivere in un sito web

In quest’ultimo mese e mezzo il mio lavoro si è “adattato” alla situazione Coronavirus: sono scese le richieste di scrittura dei testi mentre sono aumentate le consulenze di SOS! Check-up.

Non ci vuole molto a capire il perché. Siamo a casa e abbiamo tempo. Tempo di acquistare corsi online, imparare a cucinare torte da forno meglio di Iginio Massari. Facciamo sessioni di yoga su YouTube, seguiamo le dirette di questo e quello, ci prendiamo più cura della nostra comunicazione online.

Molti si sono fatti domande sul loro lavoro, tanti hanno deciso di sperimentare le consegne a domicilio, altri sono alle prese con ragionamenti vari sulla possibilità di aprire o meno un e-commerce.

C’è anche chi si è improvvisato e ha aperto un sito da autodidatta, da zero. So che molti colleghi potrebbero storcere il naso a questa mia affermazione ma… io sono contenta.

Iniziare con le proprie forze è una strada, forse non la migliore, ma è un modo per vedere come vanno le cose, per capire, per testare. A perfezionare tutto c’è sempre tempo.

Ok, ok, perché Silvietta cara stai facendo questa luuuunghissima introduzione?

Perché anche io ho fatto la mia parte: ho messo insieme una guida su come scrivere da soli i testi del proprio sito, per aiutare chi ci sta provando ma sta sudando sette camicie e tra un po’ non avrà più niente da mettersi. Neanche rimanendo in casa.

Il mio post di oggi è per spiegarti cosa c’è dentro la guida e come fare per averla 🙂

I contenuti

Se mi segui dagli inizi la risposta è: nulla che tu non abbia già letto. Ho “solo” selezionato i migliori post del blog, li ho rivisti e messi insieme trovando un filo conduttore tra l’uno e l’altro, armonizzando il tutto per essere più efficace (ti assicuro che è stata una faticaccia).

Ho poi suddiviso i contenuti in tre macro aree e le ho chiamate così:

  • Prima di scrivere. Sarebbe bellissimo e molto facile aprire un file di Word, piazzare il titolo “Home page” e via, premere con foga sui tasti del computer presi da un impeto di creatività. Prima di buttare giù una qualsiasi parola per i testi del tuo sito bisogna superare un percorso a ostacoli, fatto da elementi come brand awareness, tono di voce, clienti. Qui proviamo ad arrivare al traguardo senza prendere nessuna storta.
  • Testi del sito. Questo è il cuore della guida con informazioni e consigli utili su struttura di home page, about page, sales page, schede prodotto, micoropy call to action. Ci sono esempi, spunti, cose da fare, altre che sarebbe meglio evitare.
  • Consigli finali. Potevo non inserire una parte sui miei pilastri di scrittura? Certo che no, quindi ecco qui un bel po’ di pagine su come creare testi più sexy per il tuo pubblico senza dimenticarti di un aspetto fondamentale: la revisione del contenuto.

Perché dovresti scaricare la guida

  • È gratis. Puoi leggere la guida gratuitamente, in cambio ti chiedo solo l’iscrizione alla mia newsletter: la mando una volta al mese e, se ti annoi, puoi disiscriverti in qualsiasi momento. Le informazioni della guida sono frutto di quasi 10 anni di esperienza come professionista della scrittura, dentro ci sono impegno, dedizione, fatica.
  • È facile da leggere. Ok, sono 70 pagine, ma tu non devi per forza leggere tutto. Magari ti serve solo approfondire il discorso delle sales page oppure vuoi imparare a fare la revisione dei testi seguendo i consigli di una professionista. Nessun problema, vai alla sezione che ti interessa, leggi quel paragrafo, chiudi e metti in archivio.
  • È meno “sbatti” del blog. A oggi sul blog ci sono più di 80 post: vuoi mettere il tempo perso di star di lì a scartabellare tra tutti gli articoli, ritrovare il filo, studiare? Se vuoi la guida la puoi anche stampare, ho messo apposta i margini grandi per farti scrivere accanto riflessioni, idee, spunti.

Sì, ok, ma la guida dove la leggo?

Come ti ho detto prima, la guida la puoi avere iscrivendoti alla mia newsletter. Basta cliccare sul pulsante che trovi alla fine del post, inserire nel modulo nome, cognome e e-mail e acconsentire al trattamento dei dati.

La guida arriverà dritta dritta alla tua casella di posta.

Sei già iscritto? Nessun problema, gli affezionati hanno già ricevuto la guida con la mia newsletter di oggi.

Buona scrittura 😉

michele comin

Silvia Sola - Si scrive sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo riempiendo un foglio bianco.